Collezionare fan sui Social Networks può non essere la strategia giusta.

blog-infografica1

Collezionare fan sui Social Networks può non essere la strategia giusta.

Sui social, come nella vita, la qualità batte la quantità quando si parla di ottimizzazione del budget.

Infatti, su facebook per esempio, è possibile ottenere grandi risultati con pochissimi euro ma bisogna saperli investire nel modo migliore.

Avere migliaia di fan non è un risultato di cui vantarsi se la portata e il coinvolgimento non crescono parallelamente. Infatti, a causa della sempre crescente presenza di profili e pagine sul social, è stato modificato l’algoritmo che regola la visualizzazione dei contenuti alle singole persone.

Il risultato è che in media le persone che vedono i post di una determinata pagina sono un numero variabile tra il 7 e il 10% del totale. Per fare un esempio,  un post di una pagina con 100.000 likes può essere visto da 7.000-10.000 persone.

Come raggiungere i restanti fan? Con un piano editoriale oculato che consideri gli obiettivi di marketing del brand ma anche i bisogni dei fan. Una persona interessata è molto più propensa a condividere o interagire spontaneamente con un post e, a loro volta, i relativi amici vedranno il contenuto consigliato e saranno più propensi a interagire a loro volta. Questo meccanismo crea un circuito virtuoso che permetterà di aumentare la visibilità organica delle singole comunicazioni.

E le social Ads? Se si ha la possibilità di investire un piccolo budget su Facebook non bisogna concentrarsi solo sulla crescita dei fan ma utilizzarli per sponsorizzare le comunicazioni che stanno più a cuore al fine di garantirsi la massima visibilità possibile. Come dicevo prima, non puntare alla quantità a tutti i costi ma alla qualità!

No Comments

Post a Comment